Singolo: “Romanza in FA” – 7,83 Hz Frequenza di Schumann

4 Marzo 2019 3 Di Enzo Crotti

La frequenza di Schumann è una vibrazione di base che sin dalla notte dei tempi circonda tutto e tutti sulla Terra. Riuscire a collegare la nota “Romanza in Fa” di Beethoven a questa frequenza può significare realizzare qualcosa di veramente rilassante e benefico.

Pensiamo a un elemento naturale in cui si è sviluppata la vita e che quindi può essere considerato benefico a tutti gli effetti? Ecco la frequenza di Schumann, un campo elettromagnetico emesso dalla Terra e misurabile in 7,83 Hz. Trattandosi di vibrazione la possiamo accostare ad un suono, per cui ad esempio la musica a 432 Hz cerca di avvicinarsi a tale frequenza arrotondandola ad 8 Hz. In questo brano del grande L. Van Beethoven sto continuando un lavoro iniziato con il precedente “Autumn on Earth“, basando le intonazioni sulla frequenza di Schumann di 7,83 Hz ed in particolare il suo secondo armonico: 20.8 Hz. Vi sono poi altre caratteristiche che di solito inserisco nelle mie composizioni, come le altre mie opere della Musica a 432 Hz Integrale. “Romanza in FA” non è però intonato a 432 Hz, ma invece è accordato su una tonica FA a 332,8 Hz, ottava del terzo armonico della frequenza di Schumann, appunto per avvicinarsi ancora di più alle frequenze giuste.

Tutto ciò che esiste è vibrazione, noi compresi. La musica che si accorda con le frequenze di base della vita risuona in noi e ci dona energia positiva, in particolare stimolando stati emotivi ed onde cerebrali. Questo noto brano di Beethoven è stato registrato intonandolo sulla frequenza di Schumann e le sue armoniche. La frequenza di Schumann è la frequenza magnetica di base della Terra, che dona un senso di profondo rilassamento, per cui questa musica è molto rilassante.

(Wenz)

ACQUISTA IL BRANO

Video: Romanza in FA Maggiore – Beethoven – Risonanze di Schumann 7,83 Hz

Demo: Romanza in FA – (Beethoven) –  Frequenza di Schumann (7,83 Hz)

Se non riesci ad ascoltare il demo su Spotify prova il seguente lettore audio:


(P) © 2019 Enzo Crotti